venerdì 6 luglio 2012

draft

dev'essere il mistero dei tuoi occhi
o forse i suoi colori
che abbagliano e confondono
e oscurano tutto il resto

oppure la magia
la magia di quel sorriso
dalle labbra accentuato
che lascia un po' in sospeso


c'era

l'aratro riposa sul campo
si gode il tramonto

mentre le voci del villaggio
piano a piano si affievoliscono

la campagna contempla se stessa



individui

ci si sposta piano a piano verso dentro, verso l'individuo.
sottraiamo contatto visivo e controlliamo il cuore.

perché é troppo pericoloso perdersi nella delusione di un no,
e fa male pensare di essere meno.

vanitá e curiositá sono il pane quotidiano,
il denaro é dio, o il male.

e anche il male é una scusa,
un rifugio.

individui.

sabato 14 maggio 2011

13 maggio

piano concerto nelle cuffie, kafka on the shore sotto agli occhi, il bianco e giallo della stazione a woolwich e la settimana di duro lavoro alle spalle.
e sembra siano passati quattro giorni da domenica scorsa, lo so che è venerdí sera ma già da ieri avevo la sensazione di aver perso un giorno.
non di certo lunedí; lunedí me lo ricordo bene, mi sembra ancora di poter assaporare i vini e le pietanze di quella fantastica cena. martedí ? può darsi.. ma no, dopo il sushi take away stavo male e una sosta liberatoria nelle toilette di un parco mi ha rimesso quasi a nuovo; un peccato però uscire dal gabinetto e finalmente capire da dove venivano quei rumori molesti..vecchio sporcaccione masturbandosi al pisciatoio..! e la mini dal meccanico mercoledí, il concerto ieri sera..
e poi oggi.
l'uomo non vive, percepisce; un po' come quando giudica, opina o compra con gli occhi.
e allora il vino diventa pregiato, le cose acquisiscono valore e il tempo si elasticizza un po'.
lei a fianco, chaplin alla tv, inizia the kid.
ho bisogno di eterno.

sabato 29 gennaio 2011

risvegli

serpe che striscia violenta
nel canale in piena
arrivando a Venezia
distrugge dinnanzi
tutto ció che incontra

accompagna la prole
che cresce osservando
priva di foga
e di emozione

fruste di uomini onesti
le spronano entrambe
a proseguire il massacro

raggiungeranno San Marco
tremate prelati

l'umano che doma la bestia
si sente al sicuro
sicuro padrone

ma il massacro é totale
é la morte
di tutte le anime

inizio di pagine nuove

(the infinite chances story)

Love is not a blink
But happends of the sudden

For love to build itself
For love to last forever

Is hidden all around
It waits to be discovered

And hearts soon will be open
And souls shall soon be one
***

But fear's a friendly demon
Wich rarely leaves our minds

It keeps our hearts in safety
And buys our souls with pride

***

The beauties of creation
Our happiness in life

Our tears,
Our changes,
Our heartbeats

When shared worth million times.




venerdì 21 gennaio 2011

sogno di carta

dev'essere partito da lontano, vedi come é dolce il suo volo
sí, sta cadendo.. ma quanto ci mette e dove cadrá ?

noti le rondini come ci girano attorno,
e il vento lo puoi quasi vedere

dá come l'impressione che tutti siano d'accordo
e lo sospingano verso il suo destino..

il sole, il cielo, le nuvole,
perfino il campanile ha deciso di cantare

é ancora a mezz'aria

e se guardi bene c'é scritto qualcosa,
un messaggio o una poesia

sta passando sopra le nostra teste
e si ferma fluttuando per un po'

guarda, ora riparte
in alto quanto basta per non essere afferrato,

dev'essere partito da lontano
vedi com'é dolce il suo volo